Come Creare Un Blog Di Successo E Guadagnare Online [Guida 2021]

Probabilmente sei arrivato qua perché hai cercato su Google come creare un blog ed in tal caso sei nel posto giusto!

Cercherò di farvi una guida completa ma allo stesso tempo pratica con le relative indicazioni nella lunga strada al fine di evitare tutti gli errori e gli sbagli che si possono fare più comunemente durante la vostra avventura (e che ho fatto anche io) che potrebbero penalizzare in partenza gli sforzi per la creazione del tuo blog.

In questa guida imparerete a diventare dei blogger ed a generare reddito passivo sfruttando le tecniche di monetizzazione che ho appreso nel corso della mia “carriera” di Web Marketer spiegandoti il tutto in maniera dettagliata.

Nota: Aggiornerò periodicamente questa guida e pertanto ti consiglio di inserire questa guida nei Preferiti nel tuo browser così da averla sempre a portata di mano!

In questo articolo cercherò anche di rispondere anche ad alcune domande che mi vengono poste spesso come:

  • Cos'è un Blog?
  • Perché la gente apre un blog?
  • Che cosa fa un blogger?
  • Quanto si può guadagnare facendo blogging in un potenziale business?
  • Quanti blog esistono al mondo?
  • Creare un blog gratis è possibile?
  • Quali obiettivi voglio raggiungere con il mio blog?
  • Su quale argomento e in quale settore voglio creare un blog?
  • Come si fa a guadagnare con un blog?
  • Cosa ci vuole per creare un blog?
  • Cosa mi serve se voglio creare un nuovo blog?
  • Quanto si può guadagnare con un blog?
  • Chi sono i più famosi blogger di successo?
  • Su che argomenti dovrebbe essere basato il tuo blog?
  • Posso creare un blog anche nel tempo libero o dovrei farlo come un vero e proprio lavoro?
  • In che modo posso monetizzare e iniziare a guadagnare da un blog?
  • Qual'è la differenza tra un blog successo e uno destinato a fallire?
  • Cos'è e a cosa serve la piattaforma di WordPress?
  • Perché per la creazione di un blog di successo la SEO è importante?
  • Come posso creare contenuti ottimizzati per i motori di ricerca?
  • I social media sono un luogo dove poter condividere gli articoli del tuo blog?
  • Quali sono i migliori plugin per WordPress?
  • Quali sono i migliori temi per WordPress?

Quindi sei proprio sicuro che vuoi aprire un blog?

Ti dirò uno dei tanti motivi che mi ha spinto ad aprire un blog.

Il blogging è un modo incredibile di condividere i tuoi pensieri con il mondo e inoltre non richiede nemmeno molto denaro per iniziare!

In questo articolo vedremo come le persone possono iniziare a creare il proprio blog completamente da ZERO.

Ho cercato di scrivere una guida pratica su come creare un blog nel modo più semplice e il più comprensibile possibile per chiunque. Le stesse strategie e informazioni che spiego e applico nel mio blog i famosi guru dell'online marketing ve le vendono al valore di migliaia e migliaia di euro nei loro corsi a pagamento quindi spero che il mio impegno in qualche modo sia apprezzato ❤️

WordPress è un sistema di gestione dei contenuti CMS (Content Management System) open source (a codice aperto) che è considerata una delle soluzioni TOP e al contempo è dei miei preferiti per creare blog e siti web professionali.

Vuoi che ti dica qualcosa su WordPress?

  • Ottimo per i blogger
  • Facile da usare
  • Aggiornato automaticamente con le ultime tecnologie
  • WordPress è una scelta rispettata e popolare per i blogger del tuo settore
  • WordPress è GRATIS
  • Puoi cambiare il design del tuo sito web in qualsiasi momento tu voglia

Sia ben chiaro che WordPress non è l’unica alternativa esistente per creare un blog perché esistono molte altre piattaforme Self Hosted (cioè che si possono installare su un hosting o su un server proprio) anch’esse gratuite come Joomla, Drupal e Magento.

Nonostante la base di questo CMS sia semplice e in lingua italiana la maggior parte dei temi WordPress ha una serie di problematiche come:

  • Aggiornamenti poco frequenti
  • Problemi di incompatibilità
  • Necessità di modificare a mano righe di codice…

MA niente paura!

Oggi c'è Divi che è un Page Builder (costruttore di landing page e pagine visuali) facile da usare, che fornisce una vasta gamma di opzioni in modo da poter personalizzare ogni aspetto, dai colori ai font, ai loghi, alle immagini ecc.

Prova Uno Dei Migliori Page Builder Per WordPress

Crea le tue pagine professionali in pochi click senza l'aiuto di un professionista in Web Design!


Nota Per Gli Utenti Esperti: Anche se praticamente sconosciuto in Italia ho avuto il piacere di provare ed utilizzare diverse volte durante la mia esperienza (in qualità di tecnico per i miei clienti) una piattaforma CMS a pagamento di origine russa chiamata DLE (Datalife Engine) per creare un blog senza troppi fronzoli ma che allo stesso tempo ti fornisce estrema flessibilità (e soprattutto velocità di caricamento elevata) rispetto ad un qualsiasi blog basato su WordPress.

Come in ogni cosa c'è un ma...

Come ho scritto all'inizio Il lato negativo ed è che in caso siate dei principianti probabilmente DLE non fa per voi perché seppure è tutto tradotto in inglese molti plugin e temi restano in russo e quindi ci vuole una certa abilità a destreggiarsi 😉

In ogni caso non vi preoccupate perché WordPress è la piattaforma che uso anche io su questo sito e andrà benissimo anche per quelle che sono le vostre esigenze!

Parleremo anche di un noto provider italiano di servizi (SiteGround) che grazie alla recente tecnologia che guarda sempre al futuro fornita nei suoi servizi hosting già ottimizzati per il vostro blog WordPress e che racchiude al suo interno tutte le caratteristiche per creare un blog di successo (Sicurezza, Velocità e Assistenza) ad un prezzo davvero imbattibile!

Per creare un blog WordPress ti servirà uno spazio web che consenta di rendere accessibile il tuo sito web agli utenti in Internet.

Io consiglio SiteGround perché è una buona soluzione per chi vuole aprire un blog basato su WordPress. Offrono hosting già ottimizzati per blog WordPress e hanno molte caratteristiche che sono interessanti, come la sicurezza del tuo sito web, l'ottimizzazione della velocità con un SSD e il monitoraggio proattivo che include la scansione di malware in modo che nessuno possa accedere al tuo sito senza permesso.

Scegli l’hosting migliore per creare un blog.

Velocità, sicurezza e assistenza 24/24
Registrazione dominio gratis per 1 anno.

Dato che l'articolo è molto lungo ho preparato un indice dei contenuti che consentirà a voi lettori di muovervi con più facilità tra le parti dei vari argomenti

Siete Pronti? Non Perdiamoci in Chiacchiere E Partiamo!

Contenuti Nascondi

➡ Cos'è Un Blog

Questa guida vuole essere per tutti quindi se sei arrivato qua probabilmente saprai già cos'è un blog ma un ripasso non fa mai male!

Per blog si intende in maniera generica un sito web dove una o più persone (che si definiscono blogger) che si dedicano a scrivere articoli su uno o più argomenti in una determinata nicchia.

Un blog solitamente è formato da molti articoli chiamati anche post (nel gergo tecnico del blogging) e l'obiettivo primario di un blogger è ottenere traffico in modo da avere maggiore visibilità e quindi potenzialmente ottenere maggiori guadagni dalla propria attività online (o da quella dei propri clienti).

Per capire cos'è un blog e come si può guadagnare con un blog, facciamo finta per il momento che il tuo sito web sia come un negozio offline e non è sufficiente avere persone che navigano nel tuo negozio ma devono anche fare acquisti!

Per fare questo, ci sono due cose principali che vorrai: il traffico (visitatori) che si spera comprino qualcosa da te o il passaparola, dove qualcuno racconta ai suoi amici tutte le cose fantastiche del tuo negozio, raccomandando loro di passare presto, perché ci sono sempre nuovi articoli in arrivo.

La stessa cosa si applica sia online che fisicamente, proprio come avere clienti significa più entrate.

➡ Aprire Un Blog Nel 2021 Ne Vale Ancora La Pena?

Assolutamente sì! Un blog è un ottimo modo per esprimere se stessi e creare contenuti che possono essere informativi, creativi o/e divertenti.

I blog sono ora più comuni che mai e nel 2021 si stima che il numero di persone che aprono blog negli ultimi anni siano schizzati alle stelle! Di contro però c'è che eccellere e farsi notare tra tutte le persone che vogliono aprire un blog non è la cosa più semplice del mondo!

Ci sono due tipi di blogger: quelli che scrivono della propria vita per divertimento (blog personale) e quelli che fanno soldi con il blogging professionalmente scrivendo articoli su diversi argomenti legati al marketing, alla moda ecc.

Lascia che ti dia un paio di consigli…

Monetizzare le proprie passioni e creare un blog oggi è possibile sia nel caso che tu abbia un hobby in particolare e vuoi scrivere in proposito ad uno specifico argomento (o nicchia) e trasformarlo in un vero business oppure vuoi creare un blog personale più generalista e far crescere il proprio marchio (come faccio io) in una strategia che viene appunto chiamata di brand awareness o di personal branding.

Spesso Il lavoro del blogger va a braccetto con il business model delle affiliazioni e altrettanto spesso creare un blog e fare affiliate marketing è diventata una delle principali attività per monetizzare un blog nel 2021 🙂

Monetizzare un blog avvalendosi dei servizi di pubblicità come Google Adsense dove sostanzialmente vieni pagato per le persone che visitano il tuo blog (questo tipo di pubblicità vengono utilizzate con successo da riviste e quotidiani) potrebbe essere una buona idea (ed effettivamente è ancora possibile utilizzarle) ma per avere un ritorno economico decente dovresti generare grandi quantità di traffico e spesso questa strada viene scartata a priori ma andando avanti parleremo anche di questa opzione!

A mio parere devi capire quali argomenti puoi monetizzare e che dovresti considerare il fatto di aprire un blog come se fosse un lavoro vero e proprio che se fatto correttamente porta ad avere molte soddisfazioni oltre che a risultati economici che vanno ad equiparare un vero stipendio (e totalmente in modo passivo aggiungerei).

Prima di procedere a spiegarvi come creare un blog voglio farvi anche riflettere sul numero di blog che esistono e quali effettivamente riescono a resistere e ottenere il successo.

Si stima infatti che in internet esistano oltre 60 milioni di blog creati con la piattaforma WordPress e 1 blogger su 2 lasci il lavoro a metà e rinunci a creare un blog per i più disparati motivi come:

  • La Concorrenza: Ricordatevi che non ci siete solo voi su internet e sempre più persone oggi giorno creano siti web e blog.
  • Mancanza Di Una Strategia: Come tutti sappiamo, creare un blog di successo è difficile. Ci vuole tempo e impegno per creare contenuti di qualità che possano regnare supremi sulla concorrenza e che siano stati ottimizzati per il traffico dei motori di ricerca.
  • Si Impara Sempre: Sembrerà banale e scontato ma ma per creare un blog di successo ci vuole la voglia e la determinazione di imparare nuove competenze perché il mondo di internet è sempre in continua evoluzione e non si finisce mai di imparare.

Per come la vedo io nessuno di questi rappresentano un buon motivo per lasciare perdere tutto e rinunciare a creare un blog.

Voglio mostrarvi un paio di immagini estratte dai dati di KeywordTool.io che reputo una delle migliori fonti gratuite per la ricerca di parole chiave (seppur la versione gratuita è limitata e per avere risultati più precisi devi acquistare la versione PRO).

creare un blog marzo 2020

Dopo il periodo drammatico che abbiamo vissuto in questi mesi (e che purtroppo stiamo ancora vivendo) con la pandemia di Coronavirus in Italia possiamo notare che il volume di ricerca per la parola chiave “creare un blog” è aumentata nel marzo 2020.

Tutto questo è una coincidenza? Risposta breve: No.

Le persone una volta che si sono viste fermate le loro attività a causa della pandemia hanno disperatamente cercato (e continuano a cercare) un modo per guadagnare online con un sito web…

➡ Le Differenze Tra Lavoro Classico E Lavoro Da Web Marketer

In molte persone credono ancora oggi che l'unica alternativa per guadagnare soldi sia quella di cercarsi qualcosa da fare inviando Curriculum Vitae a destra e a sinistra sperando di poter essere chiamati in un'azienda a lavorare come dipendente con uno stipendio mensile sempre troppo basso in relazione al lavoro che si svolge e al tempo speso (quindi in sostanza si.. totalmente sottopagati).

In realtà oggi grazie alla possibilità di avere un blog e focalizzarsi sulla creazione di contenuti di qualità e alle tecniche più moderne di inbound marketing puoi nel medio-lungo periodo (ricordati che non diventerai miliardo nel giro di un giorno o di una settimana) creare una rendita passiva a vita e costruirti il proprio mini impero.

Lavoro Classico

  • Orari prestabiliti 9am-5pm
  • Fare la strada per andare e tornare dall'ufficio nel traffico (e chi abita in grandi città sà benissimo cosa vuol dire…)
  • Pausa pranzo sempre in ufficio
  • I colleghi potrebbero essere non troppo simpatici e i capi non piacere affatto.
  • E tante altre rotture.. 

E tutto per cosa? Gli stipendi che girano in Italia non sono poi così alti… anzi!

Mi sono ricollegato alla storia della pandemia di marzo 2020 perché come tanti l'ho vissuto anch'io in prima persona da un punto di vista lavorativo e a quel punto mi sono detto MAI PIÙ Lavoro Tradizionale.

Avendo iniziato da poco tempo (Gennaio 2020) un lavoro in un'azienda di grandi dimensioni (tramite una cooperativa sociale) come centralinista (no, non dovevo vendere nulla a nessuno fortunatamente) già aveva i suoi lati negativi e non mi piaceva per i motivi che ti ho elencato prima.

Nelle prime fasi di quella a che breve sarebbe stato l’inizio di una pandemia mondiale (ricordo ancora che gli stranieri chiamavano al telefono dell'azienda sconvolti da quello che stava succedendo in Italia…) ho chiesto subito il telelavoro che prontamente mi hanno negato sia a me che anche ad altre persone che lavoravano con me… (Se mi segui un po' su DanielCassia.com probabilmente sai della mia disabilità visiva…) 

Per non avere problemi peggiori con l’azienda mi sono licenziato ed ho iniziato a sviluppare questo blog anche se ammetto che l’idea c’era già da parecchio tempo e devo dire ho pienamente raggiunto il mio obiettivo che mi ero prefissato e ne sono più che soddisfatto!

Mi son detto che potevo scegliere di rimanere lì dove ero a buttare le giornate e parte del mio tempo a rispondere ad un centralino telefonico oppure prendere in mano la situazione e agire!

Ma perchè ti ho voluto raccontare questa storia?

Solo per dirti che ho “rischiato” e ho preferito un altro tipo di lavoro a discapito di genitori, amici e parenti che mi dicevano frasi del tipo

“non guadagnerai un soldo con internet”

“tieniti stretto il lavoro che hai trovato”

“c'e troppa concorrenza”

“tu sei completamente matto”

e tante altre cose…

Lavoro Da Web Marketer

Avere un business online come un blog o un sito web e lavorare in internet e più nello specifico nel settore del Web Marketing ha moltissimi vantaggi come:

  • Significa poter stare comodamente a casa in ciabatte oppure puoi (o in periodi non pandemici) spostarti in ogni angolo del pianeta senza interrompere la tua attività!
  • Puoi fare il tuo lavoro online senza sacrificare tutto il tuo tempo libero a disposizione e questo vuol dire svolgere il lavoro NON in orari prestabiliti.
  • Puoi creare un blog o più blog in qualsiasi nicchia che vuoi tu. La possibilità di creare quanti blog vuoi è la base della scalabilità associata a tecniche SEO più disparate che puoi utilizzare a tuo personale vantaggio per raggiungere un pubblico di potenziali lettori che diversamente non avresti mai potuto avere.

Cosa ne pensi?

Vista così sembra una prospettiva interessante!

Come Può Essere Possibile Tutto Questo? Voglio Maggiori Informazioni…

Pensi che quello che ti sto dicendo siano tutte cose irrealizzabili? 

In realtà no e ti spiego il perchè!

Come si può davvero iniziare a guadagnare da un'attività online con l’aiuto del traffico SEO associato al mondo delle affiliazioni?

Ti voglio fare un semplice esempio che ti farà capire..

Prova a pensare agli autori di libri o chi scrive o incide tracce musicali e che una volta creati i “prodotti” (se così possiamo definirli) continuano a guadagnare soldi dai diritti d'autore…

La stessa cosa avviene nel mondo del web ma a differenza del mondo dello spettacolo per riuscire nell'impresa non dovete di certo essere famosi o avere milioni di persone che vi seguono sui social network… (sicuramente aiuta molto ma non è indispensabile).

Attenzione: Potreste pensare che sia la solita guida che ti insegna a guadagnare soldi online dormendo ma non è così e se stai cercando altri metodi del genere (che di solito non portano mai a nulla) ti esorto a uscire immediatamente da questo sito perchè qua si fanno solo cose serie, testate e basate sulla mia esperienza personale da blogger.

➡ Come Si Fa A Guadagnare Con Un Blog

Dopo aver fatto tutta questa lunga introduzione a cosa vuol dire lavorare nel settore dell'online marketing passiamo alle cose serie e vediamo come poter davvero guadagnare con un blog!

Nonostante le affilizioni siano un ottimo punto di partenza non è l'unico metodo per monetizzare un blog.

Promozione Di Prodotti E Servizi Di Altri

e-commerce affiliate marketing

Come ti ho spiegato in un articolo apposito il fenomeno che ha determinato il successo delle affiliazioni (detto anche Affiliate Marketing) negli ultimi anni è stato determinato dalle caratteristiche con cui viene attuato.

Considerando che il suo business model muove ogni anno qualcosa come 7 miliardi di dollari ed è ogni giorno di più in costante crescita mi sembra un ottimo punto di partenza per iniziare a guadagnare online!

Esempio – Affiliate Marketing

Dopo aver fatto una ricerca approfondita con il servizio di SEMrush su quali prodotti acquistassero di più le persone sul popolare store di e-commerce di Amazon e in seguito ad un accurata analisi filtrando gli argomenti in base a diversi criteri come il volume di ricerca delle parole chiave (keyword research), alle categorie dei prodotti (in Amazon ogni categoria ha un diversa percentuale di affiliazione) e per il prezzo di vendita di ogni singolo prodotto.

Anche se per ovvie ragioni non posso dare informazioni più dettagliate sul sito web in questione posso comunque dare alcuni riferimenti.
A questo punto infatti si dovrebbe puntare ad individuare una nicchia profittevole come nel mio caso quella del settore dei prodotti medicali (senza bisogno di ricetta).
Successivamente ho iniziato a costruire una pagina scrivendo del contenuto ottimizzato con lo scopo principale di posizionarmi tra i primi nei risultati di ricerca e ottenere traffico organico che successivamente posso monetizzare con qualche offerta in affiliazione.

Ricordate che per scrivere un contenuto devi fare attenzione a ottimizzarlo in ottica SEO se nei vostri obiettivi volete effettivamente classificarvi primi ed a tal proposito dovresti scegliere una keyword principale (target keyword).

Anche senza scegliere una parola chiave ad alto volume sono riuscito comunque a classificarmi con poche pagine ben scritte e ottimizzate.

Per chi non lo sapesse Amazon FBA (Fulfillment by Amazon) è il servizio con il quale Amazon gestisce tutte le spedizioni dei prodotti che vende nel suo store e non è un caso che la maggior parte degli articoli che vengono venduti sono spediti da aziende esterne (Marketplace).

Ti starai chiedendo tutto ciò cosa c'entra con la creazione di un blog WordPress.. Eppure c'entra.

Siete mai incappati in un sito che promuove solo uno specifico articolo oppure (più raramente accade) un servizio?

Si perché tramite un blog in una nicchia specifica e sfruttando per esempio il programma di affiliazione di Amazon associato al traffico SEO è possibile guadagnare commissioni per ogni vendita effettuata.
E nel caso siate voi stessi a vendere un articolo con Amazon FBA e promuoverlo guadagnando delle commissioni?

In quel caso riceverete oltre alla commissione anche L'INTERO guadagno derivato dal prodotto che state vendendo!

Il popolare negozio di E-commerce ha un motore di ricerca interno che funziona in modo SIMILE a quello di Google e questo vorrà dire che nel caso siate all'inizio nella vendita di un prodotto con Amazon FBA, questo risulterà in fondo alla lista e per portarlo in cima potrete sfruttare Google e la SEO per ottenere VENDITE e RECENSIONI reali.


Fare Un Blog Da Zero Per Monetizzare Con La Pubblicità

In questo metodo viene spesso utilizzata la “formula” detta CPM o Cost Per Mile che significa letteralmente Costo Per Mille Visualizzazini.

Personalmente sconsiglio in modo assoluto questo metodo per due ragioni.

  1. Vanno a “sporcare” letteralmente il sito.
  2. Dovrete avere grandi quantità di traffico per ottenere buoni risultati.
  3. Ormai gli annunci (Advertisement) possono essere bloccati facilmente con gli Adblocker tradizionali (almeno sui PC), nei dispositivi mobili la situazione è leggermente diversa.
  4. Ricollegandomi al punto prima, quasi sicuramente dovrete utilizzare uno script per rilevare Adblocker e di conseguenza mostrare un messaggio per invogliare a disattivarlo… Questo in alcuni casi fa scappare gli utenti.

Esistono comunque delle soluzioni con dei banner di diverse grandezze e sicuramente più discreti.

Uno dei circuiti pubblicitari più quotati nel settore è sicuramente Google Adsense.

Google Adsense fa parte del circuito pubblicitario di Google Adwords dove gli inserzionisti inseriscono pubblicità e l'azienda di Mountain View si occupa di mostrarla e per fare questo utilizza i cosiddetti Cookie Traccianti..

Sicuramente vi sarà capitato di notare un prodotto in qualche negozio del web e successivamente navigare in internet come se niente fosse e ad un certo punto di ritrovarvi lo stesso prodotto che avete visto pochi minuti prima comparire come per magia nei banner…

No, non vi stanno spiando o quantomeno non lo stanno facendo consapevolmente ma solo a fini di marketing…

Infatti i cookie traccianti come dice la parola servono a mostrare agli utenti annunci pubblicitari mirati per incrementare le conversioni su prodotti e servizi.

➡ Quanto Si Guadagna Con Un Blog

I profitti che derivano dalla creazione di un blog dipendono da molte variabili ma in generale si guadagna con il blogging quando viene venduto qualcosa attraverso il proprio sito web. In questi casi, la percentuale varia dal 5% al 90% dell’importo incassato che può arrivare anche a 100% se il blogger decide di creare e promuovere un servizio proprio.

Come abbiamo visto I ricavi possono poi provenire da pubblicità o inserzionisti tramite servizi pubblicitari come Google Adsense ma in quel caso servirà un elevato bacino di utenza e di traffico per fare cifre decenti.

Risulta molto difficile fare calcoli perché non c’è un qualcosa di fisso che indica QUANTE VISITE sono necessarie per sostenersi economicamente ma si stima in media che un business online possa sostenersi se ottenga tra le 100,000 e 300,000 visite al mese.

➡ Quali Sono I Blogger Più Seguiti In Italia

Come ho appena dimostrato e puoi vedere anche tu nello screenshot poco più sopra la professione di blogger si sta diffondendo sempre di più a macchia d'olio tant'è che molti vogliono imitare i blogger che negli anni si sono distinti per avere avuto maggior successo.

Ma in realtà cosa hanno gli altri blogger e cosa ha determinato il loro successo che gli ha permesso di guadagnare online cifre enormi?

Andiamolo a scoprire!

Blog Di Salvatore Aranzulla

salvatore aranzulla
Salvatore Aranzulla

Chi può dire di non conoscere o aver letto in internet qualche guida di Salvatore Aranzulla su come fare qualsiasi cosa?

Senza essere dei super esperti del mondo della tecnologia credo di poter dire che tutti abbiamo trovato il sul suo blog e letto un suo tutorial almeno una volta nella vita!

Ma se non lo conoscete dovete sapere che è uno dei più famosi blogger di successo in Italia e che a soli 15 anni ha iniziato a scrivere guide sul suo blog su come fare una determinata cosa (anche non in campo dell'informatica) dove comunque lui stesso dichiara di essernee un vero appassionato!

Secondo alcuni è una figura controversa nel mondo di internet perché che fa tutorial e guide a detta di molti su argomenti banali.

La verità è che oggi Salvatore Aranzulla ha 30 anni e con la sua passione (nata puramente per caso come ha sempre dichiarato) il suo blog è uno dei più visitat in Italia e fattura circa €3000000 ogni anno gestendo una redazione di persone che svolgono il lavoro e curano la scrittura gli articoli al suo posto!

Blog Di Chiara Ferragni

chiara ferragni
Chiara Ferragni

Chiara Ferragni, la fashion blogger italiana con probabilmente il blog più famoso d'Italia è un esempio lampante che l'eccellenza non conosce confini.
La mia opinione è che il suo caso è stato più unico che raro e attualmente la fama acquisita dai social media ha messo in ombra il suo essere blogger. In ogni caso grazie al successo sul proprio blog prima e alla popolarità acquisita tramite il suo profilo Instagram in seguito, conta milioni di followers (seguaci) e ogni mese e riesce a portare a casa vagonate di soldi.

Blog Di Giallo Zafferano

GialloZafferano Logo

GialloZafferano è un blog italiano creato nel 2006 che tratta il tema della cucina e di come preparare ricette semplici e veloci.

Questo sito è diventato molto popolare e lo è tutt'ora perché presenta sempre nuove idee su cosa cucinare con ricette facili, veloci e che non richiedono la mano di un esperto in cucina!

Credo che però vi state chiedendo come effettivamente ha fatto a generare tutto quel traffico e a ottenere visibilità dato che di blog sulla cucina ne esistono a centinaia. 

Il motivo è presto detto ed è per tutto un insieme di cose. 

Sicuramente l’aver iniziato non proprio agli albori di Internet ha sicuramente aiutato (esattamente come il caso Aranzulla)

In una strategia SEO On Page ben studiata quello che dà maggiore risalto ai vostri contenuti in termine di esposizione sono i cosiddetti rich snippets che fanno parte dei dati strutturali che Google ha introdotto alcuni anni fa (più precisamente questo avvenne nel 2009 ma nel corso del tempo hanno migliorato sempre di più il loro algoritmo) per mostrare dati aggiuntivi e personalizzati quando si effettua una ricerca web sul popolare motore di ricerca. 

Come potete vedere nell'immagine qua sotto questo è un esempio concreto di dati strutturali che coinvolge proprio il sito di Giallo Zafferano.

risultati ricerca snippets giallozafferano

➡ Quanto Costa Creare Un Blog

I costi della creazione di un blog sono variabili in base alla piattaforma utilizzata ma genere i servizi chiave che non devono mancare per la pubblicazione e gestione del proprio blog sono:

  • Hosting Web
  • Dominio
  • Email

I costi per la gestione di un Hosting Web sono variano in base alla piattaforma che scegliete di utilizzare.

Un buon hosting che risponde a tutti i requisiti è SiteGround.

Solitamente con l'hosting web sono inclusi dominio (come danielcassia.com) ed email personale da cui gestire il propria blog.

Invece Il costo della creazione di un blog in termini esclusivamente di tempo è solo una scelta vostra e va in base a quante ore vi mettete durante la settimana per pubblicare contenuti e rispondere ad eventuali commenti degli utenti.

➡ Posso Creare Un Blog Gratis?

Sì. In realtà puoi creare un blog gratis ed esistono diverse piattaforme che lo permettono ma se vuoi non far parte di quella percentuali di blogger che falliscono e si trovano il blog morto in partenza (o quasi) è una strada che non consiglio e nei prossimi paragrafi spiegherò i motivi.

Perché Non Dovresti Creare Un Blog Gratis

Puoi creare ed aprire un blog gratuito ed esistono molti servizi che permettono di farlo anche se hanno una serie di svantaggi non indifferenti tra cui:

  • Tutti i servizi di questo tipo utilizzano un nome di dominio (o sottodominio) come tuosito.serviziohosting.com e sia dal punto di vista SEO che anche esteticamente il tuo blog sarebbe penalizzato in partenza.
  • Questi servizi sfruttano il fatto che le persone vogliono aprire il loro blog gratis per riempirlo con la loro pubblicità e monetizzare al posto vostro.

Questi servizi a mio parere sfruttano il desiderio che ogni persona ha di creare un blog gratis facendo leva sulla semplicità estrema delle operazioni da effettuare (cioè registrare il nome del blog e iniziare subito a scrivere articoli) tutto in un unico sito web ma tutto questo porterà solo a farvi abbandonare molto presto il vostro progetto.

Come dicevo poc'anzi, purtroppo questo non basterà se vuoi creare un blog che abbia successo, venga visitato dalle persone e consenta di monetizzare!

➡ Cos'è La SEO E Perché Dovresti Usarla Per Ottenere Successo

seo search engine optimization

La SEO (search engine optimization o ottimizzazione sui motori di ricerca) è la fonte di traffico principale che fa la differenza quando si tratta di portare al successo un blog o più in generale un sito web.

  • Vuoi creare un blog con contenuti che abbiano visibilità ed avere modo di costruire una reddito passivo mensile a vita grazie a tecniche di affiliate marketing?
  • Vuoi creare un e-commerce che converta il traffico in vendite dei tuoi prodotti e servizi? Vuoi costruire un funnel che converta il traffico in una vendita?
  • Vuoi creare e vendere i tuoi info prodotti come i corsi online?

Per fare tutte queste cose ti servirà una base SOLIDA di SEO e infatti viene usata principalmente da:

  • Blogger
  • Agenzie E Consulenti SEO

Il successo in ambito SEO e copywriting è legato alla capacità di saper colpire il target giusto.

Pensaci: un contenuto può essere realmente efficace se riesce a suscitare interesse nel pubblico della tua nicchia, e quest'ultimo potrebbe rispondere molto meglio piuttosto che non nell’ambito generale! Quindi sii consapevole delle strategie necessarie per conoscere bene la nicchia da cui provengono i tuoi lettori.

Quando poche righe sopra parlavo della mancanza di strategie che portano all'abbandono della creazione di un sito web (o più nello specifico di un blog con WordPress) mi riferivo proprio alla SEO.

Per farti capire quanto è importante ti dico che esistono nuove figure professionali nel mercato che possono essere inquadrate come quella del consulente SEO (di cui ho accennato poche righe fa) che si occupano SOLO di spingere i business e le attività ad essere più conosciute.

Capirete bene quindi l'importanza di imparare a posizionare al primo posto i tuoi articoli oppure se ne avrai anche quelli dei tuoi clienti!

Nel mondo di internet tutto si muove in maniera talmente veloce che non è esagerato dire che ogni giorno cambia tutto e per questo è molto importante tenersi sempre aggiornati!

Una cosa che sento dire molto spesso è che per creare un blog dovresti avere molti articoli e dovresti aggiornare spesso.

Questo a mio parere non è una cosa vera.

Google ha posizionato articoli che sono lì nelle prime posizioni da anni e non vengono aggiornati.

Molti ti diranno che esistono delle nicchie che sono completamente sature e irragiungibili per la troppa concorrenza ma a mio parere con le giuste tecniche di marketing nulla è impossibile.

Quando si parla di SEO vedo tanta confusione e per questo voglio fare un pò di chiarezza.

La SEO si differenzia essenzialmente in due sottocategorie e l’utilizzo di queste due tecniche combinate (che ti spiegherò nei prossimi paragrafi) permette di creare un blog di successo così da incrementare le visite e i relativi guadagni.

SEO On Page

seo on page ottimizzazione

Quando dico che scrivere contenuti di alta qualità è la base per creare un blog di successo non lo dico tanto per dire. Tutti gli elementi che devono essere considerati quando si scrive un articolo di blog sono definiti “SEO On Page”. Di seguito ne vediamo alcuni.

  • Parola Chiave Nel Titolo: Il titolo principale DEVE contenere la parola chiave esatta del contenuto su cui state tentando di posizionarvi. 
  • Uso Dei Sottotitoli: Utilizzare SEMPRE i sottotitoli (come H2,H3) sia per Google che può effettivamente capire quale argomenti state trattando ma anche per gli utenti stessi che grazie ad alcuni plugin (come WP Lucky Easy Content) permettono di scorrere facilmente l’indice dei vostri contenuti.
  • Link Building Interna: Quando vengono creati dei contenuti si presuppone che non siano “contenuti orfani” ma abbiano argomenti correlati tra di loro. La link building interna è una delle strategie che funziona ancora bene nella SEO On Page se si vuole creare un blog di successo perché questo dà un segnale positivo a Google (ma anche per gli utenti che stanno leggendo i tuoi articoli) che consente di dare spazio ad approfondimenti legati ad un tema correlato.
  • Ottimizzato Per Dispositivi Mobili: Quando crei il tuo blog devi pensare che una grande fetta di utenti visiteranno i tuoi contenuti utilizzando un dispositivo mobile come uno smartphone o un tablet. Ebbene Si, anche Google dà parecchia importanza se il tuo sito internet è ottimizzato in modo corretto (Mobile Ready)
  • Utilizzo Del Grassetto: Quando si scrivono contenuti sarebbe buona norma utilizzare il tag del grassetto non solo per enfatizzare il significato ma anche perchè dall’introduzione dei nuovi tag in HTML5 hanno anche un valore semantico (e soprattutto per la SEO) in altre parole aiutano a portare in alto le tue pagine.
  • Breadcrumbs: I breadcrumbs (o anche chiamate briciole di pane) sono utilizzate sia in ambito sia dei blog che anche nel modello degli e-commerce e forniscono una sorta di “mappa” che consente di identificare la struttura del tuo sito. In WordPress solitamente sono già presenti nei temi premium ma anche alcuni plugin come Yoast aggiungono questa funzionalità.
  • Dati Strutturali: Dato che la SEO è un fenomeno sempre in movimento qualche anno fa Google ha creato i dati strutturali. Questi dati strutturali possono essere integrati nelle pagine e hanno lo scopo di mostrare informazioni aggiuntive direttamente nei risultati di ricerca. Con le ultime implementazioni di Yoast e l’integrazione del nuovo editor Gutenberg di WordPress si possono applicare una quantità estesa di dati strutturali come le FAQ, Le ricette, le schede dei prodotti etc.
  • Keyword Prominence: Questo termine indica la vicinanza di una keyword rispetto ai principali elementi di una pagina web ed è uno dei pilastri fondamentali nella SEO On Page.

SEO Off Page

seo off page optimization

Anche se la creazione del blog include lo scrivere articoli di buona qualità per certi argomenti con media-alta competizione tutto questo non basta. Tra le tante metriche che l'azienda di Mountain View considera come fattore di ranking ne esiste una chiamata autorità di dominio (Domain Authority) che descrive quanto un dominio è popolare.

Più un dominio è popolare e meglio si classificherà in alto nei risultati per le parole chiave che vogliamo posizionare. La popolarità di un dominio si ottiene quando altri blog e siti web menzionano il tuo sito web. 

Le menzioni sono chiamate anche backlinks ma attenzione a quali siti si viene collegati.

In passato Google ha dovuto fare i conti con un massiccio uso (improprio) da parte di alcuni Web Marketer di tecniche considerate “Black Hat” pertanto l’azienda di Mountain View è corsa ai ripari e negli anni ha inflitto pesanti penalizzazioni (azioni manuali) a coloro che infrangono le loro regole e sfornando aggiornamenti periodici dei loro algoritmi per prevenire manipolazioni nella SERP. 

Se avete seriamente l’intenzione di svolgere un lavoro nel mondo del digital marketing e creare un blog che effettivamente ottenga traffico (quindi visite) e converta il tutto in vendite è necessario imparare come ragiona l’algoritmo di Google e strumenti come SEMrush possono aiutarvi a comprendere meglio questa parte. 

Attenzione: Google considera la manipolazione della SERP i collegamenti non ottenuti in maniera naturale e per non finire penalizzati (con la conseguenza che il vostro sito e tutti i suoi contenuti verranno de-indicizzati e spariranno dal motore di ricerca) dovrete fare attenzione a essere rispettare il più possibile alcune “regole”.

Perchè Devi Fare Attenzione A Posizionarti Tra I Primi In Google

Sia che metti in atto campagne di promozione per prodotti in affiliazione oppure che tua intenzione sia quella di vendere prodotti tuoi Il viaggio per la scalata al successo nella SERP di Google per la prima posizione è lunga e tortuosa perché la concorrenza non manca ed è agguerrita.

Ma perchè è così importante classificarsi tra i primi?

  • Più ti posizioni in alto in Google e maggiori saranno le tue visite nel senso che le persone che entrano e leggono i tuoi articoli sottoscriverrano più facilmente le offerte che proporrai.
  • Le persone sono pigre e (ovviamente) vanno a cercare quello che gli serve nei primi risultati.
  • Se sei nei primi risultati le persone ti vedranno come un punto di riferimento nell'argomento che stai trattando (ed è proprio in questo modo che si crea un personal branding).

Scegli SiteGround

Velocità, Sicurezza e Assistenza al tuo servizio!
Registrazione dominio gratis per 1 anno.

Aspetta..

Mi hai parlato di copywriting..

➡ Cos'è Il Copywriting?

Avete mai letto un libro o visto un film che vi ha fatto battere il cuore?

Immaginate se l'autore, il regista e gli attori potessero far accadere tutto questo nella vita reale.

Il copywriting è una forma d'arte in cui si creano contenuti per tutti i tipi di prodotti, dall'abbigliamento alle automobili, al cibo e sostanzialmente i copywriter sono maestri nel creare connessioni emotive con i lettori tessendo narrazioni che li condurranno attraverso il loro viaggio fino a quando non avranno comprato ciò che viene venduto!

Hai Bisogno Di Conoscere Il Copywriting Per Creare Un Blog?

I copywriter sono le persone dietro molte delle nostre pubblicità preferite e altri messaggi persuasivi.

Sono bravi a entrare nella tua testa, dicendoti cosa rende qualcosa degno di essere comprato, o come quella nuova console di gioco cambierà la tua vita in meglio.

Alcuni blogger possono farlo infondendo le loro parole con passione su argomenti di cui si preoccupano di far comprare i loro visitatore, ma ci vuole pratica.

e in definitiva NO

Sicuramente aiuta moltissimo e utile a far appassionare il lettore e migliora le conversioni ma non è espressamente richiesto di conoscerlo!

➡ Le Nuove Frontiere Dell'Intelligenza Artificiale E Il Marketing Digitale

Recentemente è stata sviluppata e rilasciata una nuova piattaforma di intelligenza artificiale da parte dell'azienda OpenAI (alla quale ha lavorato anche Elon Musk) e da questa tecnologia di apprendimento automatico (Deep Machine Learning) sono nati servizi come Conversioni.ai (Jarvis) e SurferSEO che sono due aziende che guardano letteralmente al futuro e sono focalizzate rispettivamente sulla generazione di contenuti e sulla SEO per facilitare la vita a marketer e creatori di contenuti.

Entriamo nello specifico e vediamo di cosa si trattano.

SurferSEO

Surfer SEO è un servizio basato su cloud che ti permette di analizzare e confrontare i tuoi contenuti con quelli della concorrenza per scoprire eventuali informazioni mancanti come parole chiave o titoli. Questa è solo una delle prime funzioni sviluppate dall'azienda (SERP Analyzer) che questo strumento unico nel suo genere integra!

Supporta praticamente tutte le lingue utilizzando la nuova tecnologia NLP di Google che consente di estrarre una maggior quantità di dati ricercando in base ai 10 concorrenti che si classificano meglio su Google secondo la parola chiave scelta ed estrae il contenuto per creare delle linee guida per scrivere articoli super ottimizzati per la SEO che si posizionano!

L'azienda ha messo a punto anche un estensione gratuita per ottenere informazioni sui volumi oltre che ad un estensione per WordPress e Google Docs (solo per utenti premium) per scrivere contenuti ottimizzati senza nemmeno uscire dal tuo blog!

SCRIVI ARTICOLI CHE SI POSIZIONANO IN ALTO SU GOOGLE

Puoi provarlo gratuitamente e in maniera illimitata per 7 giorni a solo 1$

Conversion AI (Jarvis)

Conversion.ai è una società di servizi nata da poco specializzata nell'automazione del marketing per i negozi di e-commerce e non solo.

Utilizzano l'intelligenza artificiale per aiutare blogger e creatori di contenuti in tutto il mondo a far crescere il loro business e sono una delle risorse TOP per molti esperti in questo campo a causa di quanto bene funziona!

L'azienda sul funzionamento di questa tecnologia ci tiene a sottolineare che NESSUN contenuto creato da Conversion AI è copiato o contrassegnati come “duplicato” in alcun modo.

Con Conversion AI, inoltre, sarete in grado di creare contenuti ad alta conversione in un attimo perché è un software di marketing innovativo che grazie al suo motore di intelligenza artificiale crea conversazioni più tempestive e rilevanti per l'utente.

Conversion AI è strutturato in templates di cui attualmente ne conta circa 40 anche se sono in continuo in aggiornamento.

Gli articoli nei blog devono essere sia coinvolgenti ma anche ottimizzati per i motori di ricerca per essere letti dalle persone per questo le due aziende hanno stipulato in esclusiva una partnership!

Il sistema di scrittura AI-powered di Jarvis renderà il tuo contenuto sia sia leggibile dall'utente grazie a un formato linguistico semplificato, sia SEO friendly includendo le giuste parole chiave grazie a SurferSEO.

Anche se non siete proprio alle prime armi con il digital marketing vi mostro qualche screenshot per farvi capire meglio di cosa sto parlando perché questi due servizi cambiano tutti i paradigmi di come vengono creati e strutturati i contenuti!

FAI SCRIVERE I TUOI ARTICOLI ALL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Puoi provarlo gratuitamente con un limite di 10,000 parole generate per un totale di 5 giorni

➡ Guida Su Come Creare Un Blog Professionale In 10 Passaggi

Ho elencato in una sorta di guida pratica all’uso i 10 passaggi che ritengo fondamentali su come poter creare un blog e monetizzarlo.

Scelta Della Nicchia Di Riferimento [Primo Passo]

come scegliere una nicchia

Un blog è un ottimo modo per mostrare le tue capacità, ampliare le competenze e far conoscere il tuo marchio (brand).

Ma quale nicchia dovresti scegliere?

Ogni persona ha i propri interessi e la domanda chiave diventa: “Cosa voglio che i miei lettori ottengano leggendo questo?

Quando le persone pensano di creare un blog di tipo generalista (magari sfruttando il proprio nome per creare un brand) dovresti prendere in considerazione che ci sono molte categorie diverse per i blog con obiettivi specifici in mente.

Per esempio, i fashion blog che trattano di moda possono avere come obiettivo quello di assicurarsi di documentare ogni nuova tendenza in passerella, mentre gli appassionati di cucina potrebbero concentrarsi principalmente sulla pubblicazione di ricette o video di programmi televisivi popolari come Masterchef.

Va da sé che prima di scegliere una nicchia devi avere le idee chiare su:

  • Devi presumere il numero medio di visite che potrai avere (traffico).
  • Devi sapere in che posizione (con una stima) vorrai essere all'interno di Google per una keyword precisa.

Senza queste informazioni non potrai avere le idee chiare e di conseguenza andrai totalmente a caso e questo non è il miglior modo di agire.

SEMrush è lo strumento perfetto per chi ha bisogno di una buona analisi di mercato perchè contiene una serie di strumenti che ti permettono di fare una campagna di Content Marketing con un solo clic, rendendola più facile che mai!

Scegli Il Nome Di Dominio Perfetto Per Il Tuo Blog [Secondo Passo]

Il nome del tuo blog è importante perché può influenzare il posizionamento nei motori di ricerca, per questo vale la pena investire in un dominio che corrisponda a ciò che stai cercando di trasmettere con questo nuovo progetto, ma assicurati di tenere un occhio anche alla semplicità!

Scegliere il giusto indirizzo web per il tuo sito potrebbe essere difficile: prova a scegliere qualcosa di breve, facile da ricordare e semplice!

Dopo aver individuato la nicchia di riferimento per creare il tuo blog è necessaria la registrazione di un dominio. Ci sono alcune cose a cui tenere conto quando si registra un nuovo dominio come:

  • Cerca Una Nicchia: Quando dovete scegliere il dominio per un nuovo sito il nome è importante perchè fa capire subito al motore di ricerca (oltre che all'utente stesso) di cosa si sta parlando.
  • Anzianità Di Dominio: Quanto è vecchio un dominio è importante soprattutto a livello SEO. Un nuovo blog con un dominio appena nato farà fatica a posizionarsi rispetto a un dominio già affermato e magari già con qualche backlinks di qualità. 
  • Tipo Di Dominio: In genere Google non penalizza certi tipi di estensione ma in certi casi è sempre meglio definire un estensione in base all’attività che andremo a svolgere. Se ad esempio state creando un blog aziendale che sapete che opererà solo in Italia è meglio scegliere un dominio con estensione italiana. 
  • Dominio A Corrispondenza Esatta: I domini con parole chiave a corrispondenza esatta (EMD O Exact Match Domain) non sono più così significativi nella SEO. Un EMD è un dominio che corrisponde esattamente alla parola chiave perché dice alla gente di cosa tratterà il tuo sito web semplicemente guardando l'URL. È importante notare, però, che non avere un EMD non vi impedirà di posizionarvi bene nelle SERP di Google e di battere i concorrenti! Infatti, Google ha recentemente rilasciato un aggiornamento mirato specificamente a fermare questa pratica che si riferisce più spesso a siti spam che producono contenuti di bassa qualità pieni di annunci e popup.

Ricapitando:

Dominio EMD + Contenuti Di Bassa Qualità = Azione Manuale (Penalità)

Dominio EMD + Contenuti Di Alta Qualità = Tutto OK!

Scelta Della Piattaforma Giusta: WordPress.com vs WordPress.org? [Terzo Passo]

wordpress.com vs wordpress.org

Quando si cerca la parola “WordPress” su Google, ci sono due siti web che appaiono ed è comune sentirsi confusi.

  • WordPress.org è il sito web da cui puoi scaricare e installare WordPress sul tuo spazio di hosting gratuitamente!
  • WordPress.com fornisce un servizio che è specificamente costruito sul software di WordPress per ospitare il tuo sito e gestisce tutto per te, tuttavia in questo modo non avrai il pieno controllo su tutti i componenti che compongono il tuo sito web.

La piattaforma corretta che andremo a scaricare sarà dal sito di WordPress.org che è completamente in Italiano come potete vedere nell'immagine sottostante.

wordpress download

Scelta Dello Spazio Hosting Perfetto Per Le Tue Esigenze [Quarto Passo]

Lascia che ti dia qualche consiglio per partire con il piede giusto.. 

Non puoi sperare di avere successo con un blog o un sito web senza avere un vero e proprio hosting perché se compri il tipo sbagliato di hosting, il tuo sito sarà inaccessibile e inutilizzabile, il che significa che non otterrà traffico da Google in nessun caso!

Se vuoi avere successo con il blogging dovresti scegliere un buon servizio di Web Hosting perché senza questo elemento per la gestione di un business online, non ha alcun senso e non andrai da nessuna parte.

L'industria dell'hosting ha subito un cambiamento di paradigma nell'ultimo decennio con server basati su cloud e tecnologie di virtualizzazione che sono diventate comuni e Il risultato è che chiunque può ora implementare un sito web a prezzi accessibili per condividere i propri pensieri su qualsiasi argomento immaginabile senza bisogno di anni di esperienza tecnologica, tutto ciò che serve sono alcune competenze di base (e l'accesso allo spazio).
Basta infatti iscriversi ad un servizio di hosting (Io ti consiglio SiteGround) e avrai un sacco di funzioni a costo zero eregistrazione del nome di dominio inclusa!

Infatti come stavo dicendo i fornitori di hosting sono aziende che forniscono server dove i siti web possono essere memorizzati per renderli disponibili online e sempre più aziende forniscono piani di hosting illimitati che offrono larghezza di banda e spazio di archiviazione illimitati per siti web, blog, immagini o qualsiasi altro tipo di informazione digitale a un prezzo accessibile.

Quando devi scegliere un hosting per il tuo sito web (che sia un blog aziendale oppure per un sito personale) le cose da tenere in considerazione dovrebbero essere 4.

  • Buona Assistenza: Soprattutto se siete degli utenti alle prime armi è importante scegliere una società di hosting che fornisca un supporto prioritario.
  • Prezzi Economici: Oggi, possiamo trovare una vasta gamma di servizi di hosting a prezzi economici. Tuttavia, è importante fare attenzione quando si sceglie il servizio giusto che si adatta alle proprie esigenze e al proprio budget. Ci sono molti tipi diversi in conformità con le esigenze di ogni cliente, ma in media si paga circa dai 3€ ai 6€ al mese se si ospita un sito web.
  • Caratteristiche: Bisogna scegliere il proprio piano hosting in base a ciò che ti serve, infatti la maggior parte di servizi del genere dà la possibilità di accedere a un pannello di controllo specificatamente progettato per gestire i file, fare il backup automatico del tuo sito web, gestire i database, scegliere quale versione di PHP utilizzare etc..
  • Localizzazione Geografica: Se stai cercando un servizio di hosting internazionale, ti chiederanno di scegliere in quale parte del mondo (datacenter) andrà il tuo sito web. È importante che se si tratta di un sito destinato ad essere consultato da visitatori italiani o comunque europei allora si devono usare server con sede in Italia per non avere tempi di caricamento lenti.

Ho trovato in Siteground tutte queste cose e personalmente ne consiglio l'utilizzo di questa una soluzione per creare uno spazio web (hosting) per diverse ragioni:

  • Soluzione Hosting Già Pronta: Soluzione hosting chiavi in mano che la maggior parte delle persone sceglie per la sua semplicità e perché include un dominio gratuito.
  • Ottimizzato Per WordPress: Hosting già ottimizzato per un sito WordPress per creare un blog professionale.
  • Economico: I prezzi sono tra i più economici sul mercato.
  • Pannello Di Controllo Integrato: cPanel viene integrato di default e consente di gestire tutte le funzioni amministrative dello spazio web.
  • Registrazione Gratuita Dominio: In ogni pacchetto hosting viene concesso di registrare un dominio gratuitamente.
  • Installazione Rapida: Come del resto altri hosting anche Siteground ha l'installazione rapida (One Click) che consente di installare WordPress e altri dei CMS (Content Management System) più famosi.

Le soluzioni di hosting di Siteground non si limitano solo alla creazione di un blog con WordPress ma vengono supportati diversi piani (come i piani e-commerce con Woocommerce e i Cloud Hosting).

Acquistare Dominio E Hosting Con SiteGround

  1. Una volta visitato il sito di SiteGround.com devi acquistare il piano WordPress Hosting e cliccare su ACQUISTA.
  2. Il piano Start Up per comciniare andrà benissimo. Considera che all'occorenza potrai effettuate un UPGRADE in qualsiasi momento!
  3. A questo punto seleziona la voce Registra un nuovo dominio e inserisci il nome di quello che sarà il tuo sito web (a seconda se state registrando un nuovo dominio) oppure potete .scegliere anche di trasferire un dominio su SiteGround. Ricorda che il primo anno il dominio è SEMPRE incluso con lo spazio hosting!
  4. Inserisci i dati richiesti a seconda se sei un privato oppure un azienda!
  5. Fai clic su PAGA SUBITO.

Complimenti hai appena registrato il dominio e puoi partire subito a creare il tuo blog!

Installa Subito E In Pochi Passaggi WordPress Sul Tuo Dominio

Finalmente ce l'hai fatta! Il momento che stavi aspettando dall'inizio. Ora puoi installare il tuo blog WordPress e vedere il mio tutorial su come farlo in pochi passi 🙂

SiteGround ti invierà via email le informazioni di accesso al loro pannello di controllo non appena il tuo hosting sarà stato registrato.

Per aiutarti a installare la piattaforma di WordPress nello spazio web di SiteGround ho selezionato uno dei migliori video tutorial in italiano preso da Youtube sull'argomento. lo puoi trovare qua sotto.

Puoi installare WordPress in pochi click con SiteGround. Qui sotto, ho trovato uno dei migliori video tutorial per installarlo sul tuo sito

Installazione Guidata WordPress In SiteGround

Se nonostante aver visto la guida non riesci a eseguire i passi richiesti puoi inviare un ticket direttamente all'assistenza che vi aiuterà installando al posto vostro WordPress!

Adesso siete quasi pronti per partire!

Come ultimo passaggio dovrete andare su:

https://www.tuonuosito.com/wp-admin —> Impostazioni —-> Generali —>

Alle voci Indirizzo WordPress (URL) e Indirizzo sito (URL) inserire il sito con la dicitura “https(senza virgolette)

A volte un'immagine vale più di 10 parole e per semplificare vi mostro uno screenshot 🙂

wordpress impostazioni

P.S: Se hai qualche problema puoi sempre scrivermi nei commenti a fondo pagina!

Scelta Degli Strumenti SEO Che Ti Aiutano Ad Apparire Primo Nei Risultati Di Ricerca [Quinto Passo]

Ad inizio articolo abbiamo parlato dell'importanza dell'ottimizzazione sui motori di ricerca per creare un blog o un sito web di successo. Questo è principalmente quello che fa la differenza quando si cerca di portare avanti un progetto.

Uno dei modi più efficaci sperare di rendere il tuo blog o sito web di successo è l'ottimizzazione per i motori di ricerca. Ecco perché avete bisogno di una comprensione approfondita su come questi funzionano in modo da poterli usare efficacemente.

L'implementazione e la conoscenza di alcune tecniche SEO di base vi consentirà di avere un vantaggio sulla concorrenza quando si tratta di ottenere traffico e aumentare la popolarità del vostro sito web.

La differenza tra un blog di successo e uno destinato a fallire è nella SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca). Dovete assicurarvi che il vostro sito web possa posizionarvi su Google per specifiche parole chiave, in modo che le persone vi trovino, altrimenti sarà difficile ottenere dei visitatori.

Esistono strumenti come SEMrush e SeoZoom (un servizio tutto italiano) che sono utilizzati principalmente da :

  • Agenzie e Consulenti SEO
  • Blogger

Se vi imbattete in una parola chiave redditizia (money keyword) sarà importante tenere a mente alcuni fattori come:

  • Volume di ricerca mensile di una parola chiave
  • Quanti clic e traffico vengono ricevuti su una parola chiave
  • La competitività di una parola chiave

In questa guida ci concentreremo solo sullo strumento di SEMrush perché è quello che uso maggiormente.

SEMrush

SEMRush è una piattaforma all-in-one progettata per quelli di voi che stanno cercando di fare una carriera di successo nel mondo SEO fornendo varie caratteristiche come:

  • Strumenti di ricerca delle parole chiave che permettono di trovare le parole chiave che si classificano bene così da aumentano il traffico;
  • Analisi della concorrenza, in modo da poter sapere cosa sta facendo la tua concorrenza con le loro campagne, invece di affidarsi solo alle congetture;
  • Opportunità di link building come l'identificazione di link rotti (broken links)
  • Crea un piano editoriale per i tuoi contenuti.
  • Trova le vulnerabilità SEO del tuo sito e ottimizzarle con l'aiuto di un software di gestione del progetto
  • Fai analisi di mercato prima della creazione di contenuti (passo necessario al fine di studiare la concorrenza e posizionarsi nel migliore dei modi).
  • E molto altro.

Nel prossimo passo ho spiegato in breve tutto quello che dovresti sapere per partire!

Un altro vantaggio che SEMRush comporta per tutti i suoi utenti oltre alla possibilità di impostare la lingua italiana nella sua applicazione è la sua documentazione davvero COMPLETA ed anche quella tradotta completamente in italiano.

Un ulteriore vantaggio dell'uso di SEMRush rispetto ad altri strumenti competitivi sul mercato è la loro sezione di video tutorial così come la traduzione in diverse lingue tra cui inglese, spagnolo, francese e tedesco e ovviamente italiano.

Per il materiale di marketing andate a questo link.

P.S: Puoi provarlo gratuitamente e senza limiti per 14 giorni e se non lo vuoi più puoi cancellare la sottoscrizione prima che scada!

Utilizza SEMrush Per Le Tue Ricerche

Uno dei servizi più completi in assoluto per fare analisi di mercato e battere la concorrenza nei motori di ricerca.

Guida Su Come Ricercare Un Argomento Partendo Dalle Parole Chiave [Sesto Passo]

Quando si crea un blog si dovrebbe sempre tenere a mente che la prima regola è quella di scegliere una parola chiave per ogni argomento (main keyword o target keyword).
Un buon modo per assicurarsi che il vostro intento di ricerca (search intent) sia corretto sarebbe quello di fare una ricerca intensiva su ciò che le persone stanno cercando quando digitano query specifiche nei loro browser.
Come si vede qui sotto, ci sono alcune metriche interessanti come:

semrush ricerche volume
semrush ricerche correlate
semrush numero ricerche correlate
  • La KD (Difficoltà Della Parola Chiave o Keyword Difficulty): Non tutte le keyword (parole chiave) hanno la stessa difficoltà per posizionarsi e andare in rank in Google. Infatti nel caso che una parola chiave sia particolarmente cercata e quindi competitiva potreste non riuscire a classificare tra i primi 10. Il mio consiglio è di cercare parole chiave che hanno una bassa competizione ed un alto volume di ricerche oppure medio volume di ricerche e bassa competizione (Long Tail Keyword).
  • Cost Per Click (CPC): Si usa in Google Adwords (che è il servizio pubblicitario di proprietà di Google) ma è anche un fattore molto importante nella SEO perché indica esattamente quanto gli utenti (gli inserzionisti nel caso delle pubblicità a pagamento) pagano un singolo click e questo ci dice quanto una parola chiave o argomento potrà a sua volta essere profittevole anche ad uso organico. P.S: Nella foto la voce del traffico è in USD ma potrebbe essere modificato senza problemi in EUR.
  • Il Numero Di Annunci A Pagamento Presenti Per Una Keyword In Google: I servizi che vengono offerti da SEMrush vanno ben oltre la SEO e il traffico organico perché vanno a coprire anche quell’aspetto della ricerca sugli annunci a pagamento (PPC).
  • Quali Elementi Ci Sono Nella SERP: Devi sapere che ogni keyword ha degli elementi multimediali come FAQ, Reviews, Site Links, Caroselli Video che tendono a classificarsi nella SERP per alcune parole chiave e per rendere la nostra esperienza ancora più veloce e completa e SEMrush ce li mostra tutti in un colpo solo!
  • Keyword Correlate: L'algoritmo di Google seppur è uno dei migliori (se non il migliore) in fatto di IA (Intelligenza Artificiale) ha bisogno sempre di un aiuto per questo quando si ha la necessità di scrivere un articolo è sempre buona norma indicare oltre alla parola chiave principale (target) anche le keyword LSI. Il termine LSI è l'acronomico di Latent Semantic Indexing e indica a una parola chiave che ha lo stesso significato scritta in modo diverso e se usata in particolari contesti (come articoli riferiti ai brand) non potrà fa altro che migliorare il tuo posizionamento in Google perché l'algoritmo capirà meglio di cosa trattano i tuoi argomenti.
  • Domande Associate Ad Una Specifica Keyword: Quale domanda è tra le più cercate in una determinata parola chiave? Poche righe fa ho nominato il “search intent” che serve a capire la direzione che gli utenti prenderanno quando effettuano un certo tipo di ricerca. I risultati che vanno in tendenza come “People Ask Also” (le persone cercano anche) si occupano proprio di mostrare velocemente agli utenti i risultati che vogliono leggere!

Monitora Il Tuo Blog Con Gli Strumenti Di Google [Settimo Passo]

Affinché il vostro blog o sito web abbia successo, è necessario monitorare le giuste informazioni.

Google offre due strumenti che penso siano un must quando si creano contenuti.

Google Analytics

google analytics logo

Monitora dove i visitatori entrano ed escono, quanto tempo rimangono su ogni pagina, la loro posizione geografica, con quali dispositivi usano per visualizzare il tuo sito, ecc.

Il servizio è gratuito e puoi leggere tutti i dati in tempo reale (anche gli utenti attivi in un determinato momento!)

Google Search Console

google search console

Google Search Console è un servizio gratuito per i webmaster che ti fornisce informazioni sulla visibilità del tuo sito nei risultati di ricerca e integra alcuni strumenti per aiutare a risolvere i problemi che potrebbero impedire di essere trovati più niente da chi ti cerca sul web.

Soprattutto includere il proprio sito in GSC (Google Search Console) è un passaggio importante se si vuole creare un blog di successo perché grazie a questa risorsa possiamo inviare la mappa del nostro sito web e far capire all'algoritmo di Google come siano strutturate le nostre pagine.

Guida Ai Migliori Plugin WordPress [Ottavo Passo]

Ho voluto inserire una lista dei plugin che io stesso utilizzo sui miei blog e che sono estremamente utili in quanto aggiungono funzioni estremamente importanti ai blog basati su WordPress.

WordPress è un incredibile sistema di gestione dei contenuti ma può essere limitante in termini di caratteristiche.

Fortunatamente per noi blogger e creatori di siti web esistono una serie plugin che ci aiutano ad estendere le funzioni di WordPress!

Penso che però vi stiate facendo una domanda…

Servono davvero tutti?

Ho impiegato MESI (e no, non scherzo!) per fare test continui per raggiungere un compromesso di stabilità e sicurezza che mi soddisfacesse.

La maggior parte dei plugin che ho elencato in lista hanno sia una versione a pagamento ma anche una gratuita con funzioni limitate.

Dato il mio impegno costante nel blogging e nella creazione di contenuti tutti i plugin che ho inserito nella lista li ho acquistati tutti facendo un investimento!

Come Installare Un Plugin WordPress

wordpress plugin

Ci sono principalmente 3 metodi per procedere all'installazione di plugin WordPress.

Metodo 1

  1. Vai nel tuo pannello di controllo del tuo sito in WordPress e seleziona la voce Plugin nell'elenco che trovi a sinistra.
  2. Premi sul bottone Aggiungi Nuovo
  3. Scrivi il plugin che vuoi nella barra di ricerca
  4. Premi Installa sul plugin e poi Attiva.

Metodo 2

  1. Vai nella sezione Plugin
  2. Una volta lì clicca su Aggiungi Nuovo
  3. Clicca sul bottone Carica plugin e carica il file .zip scaricato in precedenza

Metodo 3

Nella maggior parte dei casi dovrete semplicemente installare i plugin dal pannello di controllo di WordPress sfruttando le procedure automatiche ma in alcuni casi come potrebbe essere con i download di temi e plugin a pagamento la procedura è leggermente diversa.

In quel caso si dovrà utilizzate il programma Filezilla che è multipiattaforma e consente di instaturare una connessione al server dove èsono caricati i file del nostro sito.

  1. Installate Filezilla (sotto trovate il download)
  2. In una delle email che SiteGround vi ha inviato trovete i dati per accedere
  3. Entrate nella cartella /wp-content/plugin/ e trascinate la cartella del plugin appena scaricato
  4. A questo punto andate nella dashboard del vostro sito e nella sezione Plugin troverete il nuovo plugin da attivare.
  5. Complimenti! Avete installato e attivato con successo il plugin!!

P.S: La stessa identica procedura vale per i temi solo che in quel caso la cartella dove caricate i files sarà /wp-content/themes/

FileZilla

Download Windows

Download Linux

Download Mac OS X

In entrambe i casi ricordatevi che ogni plugin è differente per quanto riguarda la posizione delle opzioni nella Dashboard ma di solito una volta attivato potete vedere che c'è una nuova categoria oppure nella voce Impostazione.

Vi lascio anche un video tutorial che vi servirà come supporto se non avete compreso qualche passaggio!

Yoast SEO

yoast seo logo

L'unico plugin vero e proprio da utilizzare assolutamente se si vuole creare un blog professionale perché consente di modificare qualsiasi elemento in ogni singola pagina come titolo, meta descrizione, la gestione dei redirect, la creazione automatica di una sitemap (mappa del sito) che consente a motori di ricerca come Google (ma non solo!) una migliore indicizzazione, come impostare i breadcrumb e le FAQ nei singoli articoli e molto molto altro..

Cerchiamo di vedere nel dettaglio tutte le impostazioni più importanti.

  • Differenze Tra Titolo E Meta Titolo: Spesso il titolo che troviamo nei risultati di ricerca è differente da quello che troviamo nella pagina (definito anche H1). Questo accade perché in certe occasioni si vuole esplicare meglio un concetto solo “accennato” nel titolo definito “SEO”
  • Frase chiave (Focus Keyword): La Frase Chiave è un dato che è utile solo ed esclusivamente al blogger e fornisce informazioni sulla corretta struttura SEO di come dovrebbe essere un articolo.
  • Gli Slug: Gli slug sono la stringa di caratteri che segue un indirizzo web e aiutano a determinare come la tua pagina sarà accessibile. Molte persone spesso confondono gli slug con i nomi di dominio, ma servono a scopi diversi: mentre lo slug è ciò che ti aiuta a trovare qualcosa su internet, i domini indicano a quale sito web appartiene.
  • La Sitemap: Chiamata più comunemente “mappa del sito” è un file che indica e aiuta i motori di ricerca a capire la struttura del sito e quali articoli/categorie dovrebbe andare a seguire.
  • Yoast & SEMrush: Da poco tempo a questa parte le due aziende hanno collaborato per integrare in Yoast gli strumenti di SEMrush grazie ai quali potrete ricercare direttamente i termini importanti che non possono mancare nel vostri articoli.
  • Le Immagini Di Anteprima Per I Social Network: Quante volte vi è successo di arrivare ad un blog perché avete cliccato dei link sui social? Yoast consente di andare a scegliere una meta descrizione e un immagine di default che si adatterà perfettamente!
  • Gutenberg E I Blocchi Di Yoast: Dall'introduzione del nuovo editor di WordPress sono stati incorporati dei blocchi che consentono di aggiungere nuove funzioni in SERP come le FAQ e gli How To.
  • Meta Descrizione: La meta descrizione è semplicemente quel elemento nel testo che verrà utilizzata in Google. Se non impostata verrà presa in automatico da una porzione di testo a caso. Scegliere una meta descrizione che faccia capire di cosa si sta parlando è importante perché aumenta le visite e quindi il CTR.
  • URL Canonico: A dirlo sembra una cosa super complicata ma in realtà non lo è. Gli URL Canonici semplicemente sono dei tag che indicano a Google di seguire una specifica “versione” di un URL.

Tutte questi elementi SE combinati e impostati nel modo corretto possono migliorare davvero il posizionamento di un sito.

Il Semaforo di Yoast

Nelle versioni precedenti di Yoast, c'era un simbolo del semaforo che indicava se un articolo seguiva tutte le metriche SEO.

Attualmente è stato sostituito con un segno di spunta ma la sostanza non cambia.
La cosa buona è il suo punto di riferimento per vedere se qualcuno ha fatto bene o no ma purtroppo molti Web Writer in erba lo interpretano in modo troppo rigido che li porta fuori strada dai loro obiettivi.

pretty links logo

Questo plugin principalmente ha due funzioni. 

  1. Abbreviare e rendere più belli i link di affiliazione che troppo spesso risultano lunghi per chi li legge. Allo stesso modo, chi si trova un davanti un link lungo e pieno di numeri sarà più diffidente a cliccarci sopra piuttosto di un link (interno).
  2. Consente il tracciamento degli URL come per esempio da quale tipo di fonte proviene il traffico (referral) e da quale indirizzo IP. Informazioni come queste sono preziose per determinare il tipo di traffico che determina chi arriva sulle nostre pagine. 

Il plugin ha comunque una versione gratuita di tipo limitato e una versione Premium che ha al suo interno molte più funzionalità come l'inserimento di parole chiave (Keywords) associate ai link affiliati e la possibilità di inserire link nofollow in automatico.

WP Rocket

wp rocket logo

Uno dei fattori tanti ranking nella SEO è la velocità nel caricamento delle pagine..

Pensaci un attimo…

Se hai un sito lento come pensi che reagiranno i lettori che trovano i tuoi contenuti su Google?

Premeranno sul pulsante Indietro del loro browser e l'effetto diretto sarà che Google penalizzerà il tuo sito per una frequenza di rimbalzo troppo elevata.

Oggi i siti hanno tutti elementi grafici che impattano sulle performance generali..

Come si può fare allora?

WPRocket è uno dei migliori plugin WordPress in circolazione che ti consente di velocizzare un sito web in pochi click e fare tutte quelle operazioni per cui ti servirebbero almeno 6 plugin!

  • Lazy Loading: Questa è una tecnica consigliata anche da Google stesso per il caricamento ritardato delle immagini perchè quando una pagina carica (ovviamente) anche le immagini vengono caricate in tempo reale. Grazie a Lazy Loading il caricamento verrà ritardato solo al passaggio del mouse.
  • Compressione File JS/CSS: Quando un sito esegue il caricamento vengono eseguite un numero impressionante di richieste. Più richieste vengono effettuate al server e maggiore sarà il tempo che impiega a caricare tutto. WPRocket permette di creare una versione ridotta dei file Javascript e dei fogli di stile che compongono il tema e riduce le richieste combinando i file. La tecnica alla base è anche detta in inglese Minfy.
  • Compatibilità Con Temi E Plugin: WPRocket ha un ampia compatibilità con la maggior parte dei plugin e dei temi esistenti.
  • Compatibilità CDN: Le CDN (Content Delivery Network) sono servizi sotto forma di server dislocati in ogni parte del mondo che consentono a chi sta visitando un sito di caricarlo molto più velocemente. Esistono molti servizi di CDN ma WPRocket ne ha voluto aprire uno di sua proprietà (RocketCDN) per cui sono disponibili le integrazioni.
  • Aggiornamenti Ricorrenti E Supporto: WPRocket viene aggiornato molto spesso sia per quanto riguarda i possibili bug ma anche per aggiungere nuove opzioni e features e inoltre hanno un supporto eccezionale che in caso di bisogno è disponibile alla risoluzione delle problematiche che potrebbero sorgente nella configurazione.
  • Migliora la SEO: Tutte queste funzionalità oltre a velocizzare il blog migliorano sensibilmente l'impatto sulla SEO.

Guarda le immagini qua sotto prima e dopo aver attivato WPRocket e vedi la differenza 🙂

Performance del sito prima di installare WPRocket
Performance del sito dopo aver installato WPRocket

wpDiscuz

wp discuz logo

WordPress, che è la piattaforma di blogging più popolare su internet ha il suo sistema di commenti di default ma wpDiscuz fa un passo avanti aggiungendo altre caratteristiche altrimenti inimmaginabili. Esiste sia la versione gratuita che quella a pagamento disponibile per il download con l'aggiunta di link per accedere facilmente e scrivere commenti anche se non sei loggato con Disqus.

  • Commenti Live: Nel caso vogliate aprire un blog e negli anni diventi molto trafficato sia per quanto riguarda la visite che soprattutto i commenti sappiate che WPDiscuzz è probabilmente la soluzione che fa per te perché i commenti appariranno nel tuo blog in tempo reale senza dover tutte le volte aggiornare la pagina!
  • Integrazione Con I Social Network: Sai cosa significa registrarsi a ogni sito web per la pubblicazione di un commento? in poche parole una gran rottura e molti utenti evitano la registrazione ad un blog solo per scrivere un commento! WPDiscuzz ci ha pensato integrando una soluzione di login con i principali Social Media (incluso Disqus).
  • Possibilità Di Cambiare Grafica: All'interno di WPDiscuzz troviamo un layout di default che comunque è possibile modificare in ogni momento con altri stili!
  • Risposta Rapida: Succede molte volte di rispondere ad un blog quotando un utente specifico. Con WPDiscuzz è stata introdotta un opzione apposita su ogni commento per rispondere a una singola citazione.
  • Addons Aggiuntivi: Ogni blog con a bordo una copia di WPDiscuzz può aver installato a sua volta dei componenti aggiuntivi sviluppati direttamente dall'azienda stessa che aggiungono funzionalità già alla vasta collezione di opzioni disponibili.
  • Traduzione Personalizzata In Più Lingue: La lingua di default come potete immaginare è l'inglese ma tranquilli perché c'è una sezione dedicata alla traduzione delle varie voci di menù 🙂
  • Protezione Antispam: Lo spam al giorno d'oggi è una brutta bestia e in certi casi limita l'attività del proprio blog. WPDiscuzz cambia i paradigmi integrando Google reCAPTCHA che contrasta in maniera efficace i bot.

MonsterInsights Pro

monster insights logo

Quando si crea un blog è fondamentale tenere sotto controllo le fonti di traffico che arrivano nel proprio sito web e questo plugin in associazione con i servizi gratuiti Di Google Analitycs e Search console ci tornano in aiuto.

Quando si crea un blog è importante controllare le fonti di traffico che arrivano al sito e MonsterInsights insieme a Google Analytics e Google Search Console ci aiutano a fare proprio questo.

Quando si crea un blog è importante controllare le fonti di traffico che arrivano al sito.

Utilizzando Google Analytics e MonsterInsights, insieme a Google Search Console, abbiamo più possibilità per analizzare questi dati in modalità interattiva direttamente dal nostro blog WordPress come la visualizzazione della ricerca degli utenti o il numero totale di visitator!

  • Numero Delle Sessioni
  • Pageviews
  • Durata Media Della Sessione
  • Bounce Rate (Frequenza Di Rimbalzo)
  • Dispositivi Che Visitano Il Tuo Sito
  • Top 10 Dei Paesi Dove Arrivano Le Visite
  • Top 10 Refferal (Serve Per Capire Da Quale Sito Arrivano Le Visite)
  • Integrazione Con Search Console
  • Utenti Attivi In Tempo Reale

e tanto altro.

MonsterInsights integra tutte queste funzioni direttamente all'interno della cartella di amministrazione “wp admin” del proprio blog .

Convert Pro

convert pro logo

Hai mai provato a lasciare le pagine di alcuni siti e vedere quei grandi popup stile banner che ti ricordano un'offerta o ti promettono un corso gratuito?

Voglio dirti che non è solo la tua immaginazione perché questa è una delle tante tecniche di lead generation che mira alla ricerca di potenziali clienti come te.

ConvertPro è un potente plugin che aiuta in questa delicata fase consentendo la creazione di popup e Call To Actions su pagine con criteri specifici.

Se vuoi fare soldi, conquistare clienti e farti notare i tuoi popup dovrebbero essere piacevole e non fastidiosi altrimenti avranno l'effetto opposto sulle persone.

Questo plugin utilizza un processo di opt-in che richiede di acquisire l'indirizzo e-mail di un utente utilizzando il modulo in una pagina.

Acquisire un indirizzo email non è sempre un compito semplice, ma fortunatamente ci sono molti modi per farlo. Il modo che trovo più conveniente ed efficace è quello di utilizzare la connessione API KEY che tutti i servizi popolari di E-mail Marketing come GetResponse o Active Campaign fornisconoperché consentono il trasferimento dei contatti senza alcun tipo di input manuale e velocizzando notevolmente le operazioni.

WP Mail SMTP Pro

Hai bisogno di inviare molte e-mail?

Le e-mail sono una parte importante del blogging che può aiutarvi a rimanere aggiornati con il vostro pubblico e a rendere i post del blog più efficaci seguendo una strategia di inbound marketing.

WP Mail SMTP Pro è un plugin di posta elettronica che aiuta i blogger a semplificare il backend del loro blog aggiungendo una funzione di posta alla dashboard.

L'estensione si integra perfettamente con il tuo sito WordPress e ti permette di inviare e-mail dall'interno di qualsiasi post, pagina o tipo di post personalizzato.

Questo plugin fornisce la soluzione perfetta per i non addetti ai lavori con impostazioni da esperti che permettono di utilizzare la vostra chiave API attraverso servizi come Gmail e Outlook che rendono tutto più facile che mai!

Tra i servizi che integra sono compresi:

  • Gmail & Google Suite
  • Amazon SES
  • SMTP.com
  • Sendinblue
  • Mailgun
  • SendGrid
  • Outlook
  • Zoho Mail
  • Altri SMTP Personalizzati

Inoltre il plugin Include anche un'interessante funzione per tenere traccia di tutti i tuoi invii di e-mail in modo da sapere sempre cosa sta succedendo!

Tutti questi servizi offrono elevati tassi di deliverability (consegnabilità) rispetto ai più tradizionali metodi che in alcuni casi tendono a mandare erroneamente le email nella cartella SPAM dei destinatari.

LuckyWP Table of Contents

lucky wp tables

Nel mondo del blogging in cui il contenuto è la cosa principale non c'è da meravigliarsi se i blogger su WordPress siano sempre alla ricerca di nuovi modi per migliorare il loro blog.

Recentemente molti sono passati dall'uso del editor classico di testo alla modifica dei post in Gutenberg che nonostante un inizio un po' traballante sembra essere entrati nel cuore degli utenti (compreso io) perché rende la pubblicazione delle pagine più facile che mai con un'interfaccia intuitiva, oltre a fornire utili vantaggi SEO includendo descrizioni di pagina personalizzate che possono aiutare ad aumentare il tuo ranking!

P.S: Ho fatto un piccolo accenno a Gutenberg perché se siete tra coloro che non sono ancora passati al nuovo editor e usate già WordPress allora usandolo vi troverete delle novità inaspettate!

Lucky WP è un plugin per WordPress che ti fornisce un indice personalizzato per i post del tuo blog (ed l'unico appunto che attualmente (Dicembre 2021) ha piena compatibilità con l'editor Gutemberg) oltre che ad essere ottimo quando hai bisogno di saltare rapidamente avanti e indietro tra le diverse sezioni dello stesso articolo, senza dover scorrere su o giù attraverso tutto il suo contenuto ogni volta.

Vediamo brevemente quali impostazioni offre:

  • Possibilità Di Scegliere La Minima Quantità Di Titoli
  • Numerazione
  • Larghezza
  • Float
  • Dimensione Del Font Del Titolo
  • Font Weight Del Titolo
  • Schema Dei Colori
  • E tanto altro..

Il plugin è scaricabile completamente in modo gratuito a questo link.

Guida Ai Migliori Temi Per WordPress [Nono Passo]

Una delle decisioni più importanti da prendere quando si inizia un blog è la scelta del tema e anche se ce ne sono migliaia e più tra cui scegliere, consiglio sempre ai blogger di usare temi premium perché di solito sono di qualità superiore in termini di design e di caratteristiche come il SEO-Ready.

Uno studio ha dimostrato che i siti web con un tema professionale possono generare fino all'85% di conversioni in più rispetto ai siti web tradizionali e questo accade perché le persone si fidano molto di più dei siti dall'aspetto attraente e del loro contenuto, e questa fiducia porta a un aumento dei tassi di conversione per l'azienda.

Divi

divi logo

All'inizio di questo articolo abbiamo parlato del tema Divi che è uno dei migliori temi per WordPress al momento che consente di creare un blog professionale spostando e trascinando ogni tipo di elemento in modo totalmente visuale e senza avere conoscenze particolari di programmazione.

Divi è un tema WordPress facile da usare che ti permette di fare bei siti web senza il costo di assumere qualcuno ed è perfetto sia per i principianti che per professionisti ed in generale chiunque voglia che il proprio sito web sia unico nell'aspetto pur mantenendo standard professionali. Tra le caratteristiche che ha, possiamo trovare un'intuitiva interfaccia drag and drop che rende facile anche per le persone con poca o nessuna conoscenza di programmazione gestire facilmente i contenuti sul loro sito!

Ha al suo interno centinaia di demo ed esempi di siti web in modo che possiate scegliere una nicchia specifica (sono disponibili temi di tutti i tipi) come

  • Business
  • E-commerce
  • Tecnologia
  • Eventi
  • Bellezza
  • Servizi
  • Salute

e molto molto altro..

Prova Uno Dei Migliori Page Builder Per WordPress

Crea le tue pagine professionali in pochi click senza l'aiuto di un professionista in Web Design!

Elementor PRO

elementor pro

Elementor è un costruttore di pagine (Landing Page Page Builder) basato su WordPress e facile da usare, permette di creare pagine web interattive senza alcuna conoscenza di programmazione e inoltre ha una tonnellata di caratteristiche impressionanti come il design reattivo, i modelli, l'integrazione dei social media, tutto ad un prezzo molto basso!

Puoi considerare Elementor il tuo asso nella manica quando si tratta di creare siti web moderni perché grazie alla sua interfaccia intuitiva e un sacco di effetti di transizione su misura, può aiutare a rendere il tuo sito fantastico (pur essendo super user friendly), il che significa che anche coloro che non hanno molte conoscenze tecniche saranno in grado di metterci le mani.

Prova Elementor

Una Delle Scelte Più Quotate Per Creare Un Blog

Enfold

tema enfold

Nonostante consiglio agli utenti più inesperti il tema Divi le alternative non mancano di certo.

Per esempio in questo blog utilizzo il tema WordPress chiamato Enfold che a sua volta Integra anche lui una grande mole di esempi di temi in una specifica nicchia.

Enfold è un tema WordPress che ha dalla sua innumerevoli punti di forza come:   

  • Assistenza sul forum da parte degli sviluppatori.
  • Aggiornamenti costanti.
  • Molte demo con dati di esempio disponibili in qualunque nicchia.
  • Ha a disposizione una documentazione dettagliata. 

il team di Kriesi.at che ha creato il tema Enfold mette a disposizione per i suoi utenti diversi canali di comunicazione che aiutano i possessori del suddetto tema a risolvere ogni genere di problema che gli si presenta davanti.

Enfold è disponibile sulla piattaforma ThemeForest che insieme ad Envato rappresenta uno dei maggiori luoghi dove è possibile trovare temi WordPress di tipo professionale. 

inserendo le credenziali di login della chiave API è possibile scaricare il tema appena esce un nuovo aggiornamento. 

Enfold ha un costo di 59$ e può essere acquistato da ThemeForest.

Scegli Tra Decine Di Demo Acquistando Il Tema Enfold

Enfold ha dalla sua diverse caratteristiche lo rendono unico.
Prestazioni, Supporto e infinite modifiche che potete apportare al vostro tema.

Far Crescere Il Proprio Business Attraverso Il Social Media Marketing [Decimo Passo]

social media marketing

I social media sono uno strumento potente da usare nella creazione di un azienda (sia online che ofline) perché è uno dei modi in cui potete far conoscere il vostro prodotto o servizio senza dover spendere del denaro duramente guadagnato in pubblicità.

Siete in grado di farlo creando connessioni con persone che condividono interessi simili ai vostri attraverso i siti di social network che alla fine li condurranno di nuovo al vostro sito web dove avranno accesso alle relative informazioni. Non è infatti una sorpresa che avere una forte presenza sociale aiuti il vostro business a diventare un'autorità agli occhi di Google.

I 4 più grandi social network includono Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e Pinterest.

Con più di un miliardo di utenti ciascuno, queste piattaforme hanno reso possibile alle persone di connettersi in tutto il pianeta mentre condividono i loro pensieri su tutto, dalla politica allo sport o anche solo su ciò che sta succedendo al lavoro quel giorno!

Facebook

Facebook ha visto una diminuzione del traffico negli ultimi anni perché le nuove generazioni si sono spostate su Instagram (che Facebook ha acquistato nel 2014).

Mentre il mondo diventa sempre più digitale, può essere difficile competere con un'azienda che ha una presenza online consolidata.

Nel 2021, uno dei modi più efficaci per le aziende di stabilire il loro marchio rimane la presenza sulle piattaforme di social media come Facebook dove hanno non solo accesso a potenziali nuovi clienti, ma anche a clienti fedeli e affezionati che compreranno di volta in volta perché hanno fiducia in ciò che vendete!

Proprio come Google e altri giganti di Internet, Facebook può utilizzare il proprio motore di ricerca internamente per trovare risultati che sono più rilevanti.

Mentre questo fenomeno potremmo definirlo ancora parte di una strategia SEO ma fatto in modo diverso, è ancora una strategia che funziona ancora molto bene nel 2021 quella di creare una comunità o un gruppo in cui le persone condividono interessi comuni e si riuniscono per discutere di cose che amano.

Instagram

Instagram è un ottimo modo per generare traffico per il tuo business perché puoi usarlo caricando immagini che pensi che risuoneranno successo con le persone e poi taggandole nella foto in modo che la vedano anche loro, il che potrebbe portare a più seguaci su o anche a vendite attraverso la funzione storie!

Il grande “limite” di Instagram è l'inserimento dei link con la funzione storie perché devi avere almeno 10k altrimenti solo il link della biografia sarà cliccabile. A tal proposito ti consiglio di buttare un occhio sul servizio di OnlyPult che consente di gestire più social network in una sola piattaforma.

Twitter

Twitter è oggi la piattaforma fondamentale che aziende ed influencer utilizzano per dare visibilità alla propria attività e se vuoi trovare successo sul web devi fare parte di essa!

Rispondere alle domande degli utenti del proprio profilo, creando sempre dialogo, condividere contenuti interessanti da altri follower cercando di commentarli qualche volta (anche solo per creare engagement).

Potresti anche scrivere anche degli hashtag dedicati all’argomento di cui ci si sta riferendo, in questo modo le persone non vedono solo un tuo singolo messaggio ma tutti quelli che ne hanno parlato nel corso dell’evento. Di solito i post più virali sono propri blog post o contenuti interessanti da altri influencer.

LinkedIn

Se si sta cercando di promuovere il proprio business LinkedIn è un strumento da tenere d’occhio perché qui possono essere trovate molte più opportunità rispetto a Facebook o Twitter perché la maggior parte delle persone viene qui per ricerche professionali e non personali.

Inoltre, se si pubblicano post mirati alla propria nicchie professionale sulla pagina dell'azienda sul social network LinkedIn, i contatti riceveranno aggiornamenti direttamente nella loro casella email!

Un altro aspetto è che su LinkedIn la pagina dell'azienda viene mostrata in primo piano, a differenza della profilo personale che gli utenti di LinkedIn non vedranno finché prima o poi qualcuno non li contatta per lavorare insieme.

Pinterest

Questo sito di social media è stato usato principalmente dagli americani (e meno da noi in Italia) fino allo scorso anno quando c'è stato un aumento del traffico pari a circa 150 milioni di visitatori anche da altri paesi!

Pinterest è stato considerato una delle maggiori fonti alternative ai motori di ricerca (SEO) per la generazione di traffico web, perché le persone possono appuntare le loro immagini preferite su diverse schede, come ricette o progetti di lavoro a maglia.

➡ Conclusione

Siamo giunti alla fine di questa lettura dove tento di spiegare in modo dettagliato e con tutte le informazioni che spero riterrete utili su qual'è la strada migliore e cosa serve per creare un blog professionale e scrivere contenuti di qualità per incrementare la visibilità nel tuo business online. Riassumendo in 3 punti per avere successo in questo settore:

  • Competenze e Determinazione: Considero l'informatica prima di essere un lavoro una passione che coltivo fin dall'età di 12 anni e prima di aprire questo ed altri blog ho fatto diversi tentativi accumulando fallimenti. Provare e riprovare è la ricetta giusta per partire bene per aprire un blog e portarlo al successo.
  • Avere Delle Strategie Concrete: Non ci si può aspettare di creare un blog e iniziare a scrivere articoli e basta! In qualsiasi nicchia tenterai di inserirti troverai dei concorrenti per arrivare in cima ai risultati di ricerca di Google per questo è importante studiare in modo approfondito alcune strategie SEO e tanto studio e pratica che ti porteranno a creare un blog di successo.
  • Passione: Sono convinto che in qualsiasi lavoro che una persona andrà a fare (anche fuori da questo ambito the web marketing) ci voglia passione e impegno. Prima di qualsiasi altra cosa vale ancora di più quando si tratta di iniziare a scrivere articoli in un blog!

Detto questo ora hai tutto ciò che ti serve per creare un blog di successo!

Se avete dubbi o qualsiasi tipo di problema nell'installazione non esitate a scrivermi qui sotto nel box dei commenti!

Buon blogging!

➡ FAQ

Cos’è E A Cosa Serve Un Blog?

Un blog è un sito web che pubblica contenuti periodicamente (post) proprio come in un diario online. La maggior parte delle persone usano i blog per condividere le proprie opinioni, raccontare eventi correnti o informazioni riguardo la loro professione. Coloro che scrivono articoli (I blogger) creano anche articoli di approfondimento su argomenti specificati come salute ed educazione a seconda della nicchia scelta.

Posso Aprire Un Blog Non Avendo Particolare Esperienza Nel Mondo Del Blogging?

Assolutamente Sì! Ricordatevi che non si nasce maestri ed è per questo ti confermo che anche senza avere nessuna esperienza pregressa puoi aprire un blog partendo completamente da zero come hanno fatto altri blogger prima di te. Una volta che imparerai a creare un blog potrai creare quanti siti vorrai per andare ad incrementare quella che sarà la tua rendita passiva a vita, infatti alla base del blogging c'è il principio della scalabilità. Dovrai comunque metterci impegno e potrà essere utile imparare alcune delle nozioni base che ti spiegherò attraverso l'uso di diverse guide e materiali scritti appositamente nel mio blog che ti renderanno più facile la vita.

Come Creare Un Blog WordPress?

WordPress è un CMS di tipo open source (quindi libero da ogni licenza) ma creare un blog con WordPress necessita comunque di uno spazio hosting e della registrazione di un dominio che è possibile effettuare con SiteGround. 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti